Tens, Ionoforesi e elettrostimolazioni

tens ionoforesi elettrostimolazioniT.E.N.S. o ELETTROTERAPIA ANTALGICA
Si tratta di una metodica di uso in ambito fisioterapico, con finalità analgesico-antalgiche di estrema efficacia, di facile utilizzo e a basso costo. La stimolazione per via trans-cutanea è la tecnica elettroterapica più utilizzata negli ultimi anni: agendo a livello dei nervi periferici, riesce ad ottenere una sensibile diminuizione della sintomatologia dolorosa.
L’effetto è immediato, il paziente comincia a sentirsi notevolmente meglio dopo circa 15 minuti ma questo effetto tende ad esaurirsi altrettanto rapidamente, dopo circa 4-5 ore.
E’ quindi importante concludere un ciclo terapeutico di circa 10-20 sedute in questo modo la contrattura muscolare riflessa si attenua di seduta in seduta ed i cataboliti eliminati consentono un’importante risoluzione del problema.
L’impiego della TENS offre un positivo aiuto per la risoluzione di molte patologie osteo-mio-articolari, dei tendini, dei legamenti e neuronali.
IONOFORESI
La ionoforesi è un trattamento di elettroterapia che consiste nella somministrazione di un farmaco per via transcutanea (attraverso l’epidermide), utilizzando una corrente continua prodotta da un particolare apparecchio e quindi senza l’utilizzo di aghi. Non provoca alcun danno ad organi o tessuti.
Consente agli ioni di legarsi a determinate proteine incrementando il tempo di permanenza in circolo del farmaco.
Numerose risultano essere le affezioni trattabili con la ionoforesi perchè, a seconda del farmaco utilizzato, questa tecnica può svolgere un’azione antalgica, antinfiammatoria, antiedemigena, miorilassante, ricalcificante e sclerotica.
È consigliata a chi soffre di Iperidrosi, infiammazioni muscolo-scheletriche, traumi muscolari o ossei, patologie delle articolazioni, fibromialgia, carie, attività cerebrali.
Si usa nella medicina estetica per combattere la cellulite e attenuare le macchie della pelle.
ELETTROSTIMOLAZIONE
Il principio dell’elettrostimolazione è molto semplice e riproduce fedelmente il processo attivato durante una contrazione muscolare volontaria.
L’elettro-stimolazione è parte integrante dei protocolli di rieducazione e di trattamento del dolore. È una tecnica utilizzata da molti anni dai fisioterapisti è usata per far lavorare i muscoli in maniera mirata ed efficace senza imporre grossi sforzi alle articolazioni.
L’alleviamento del dolore è oggi una priorità nella quale l’elettrostimolazione ha un posto importante. Il mal di schiena, i dolori articolari, le nevralgie sono indicazioni comuni dell’elettrostimolazione per scopi antalgici, contribuisce al miglioramento di disturbi nelle persone che soffrono di problemi circolatori. È utile nel trattamento di diverse forme di incontinenza e la loro prevenzione dopo il parto.
Tutte questa terapie sono controindicate su pazienti con pacemaker, protesi articolari ed oteosintesi metalliche, epilessia, lesioni della cute, ipoestesia cutanea, gravidanza,