Riabilitazione pavimento pelvico e mobilizzazione della colonna

pavimento pelvicoRIABILITAZIONE DEL PAVIMENTO PELVICO
La medicina ha fatto importanti passi avanti in tale senso proponendo sempre più spesso trattamenti di riabilitazione del pavimento pelvico per migliorare la qualità di vita della persona.
È consigliata in caso di prolasso rettale, uterino o vescicale, post menopausa, post chirurgico (emorroidi, isterectomia, prostatectomia), stipsi o incontinenza fecale e/o urinaria, sessualità dolorosa, dopo il parto, dopo un cesareo o altri interventi ginecologici, preparazione al parto.
Sono molti i risultati che si possono ottenere: una postura allineata e minor tensione sulle spalle; maggior controllo sui muscoli quando si starnutisce o mentre si tossisce senza fastidiose perdite; maggiore consapevolezza del processo del parto; preparazione pre-chirurgica per velocizzazione dei tempi di recupero del post-chirurgico; attenuazione dei dolori alla schiena facendo lavorare correttamente il bacino e il perineo; riduzione entità di eventuali perdite di funzionalità post-chirurgiche; recupero del piacere sessuale.
MOBILIZZAZIONE VERTEBRALE / MANIPOLAZIONE
La mobilizzazione della colonna è un trattamento manuale diretto, volto ad eliminare la sintomatologia dolorosa in alcune manifestazioni patologiche della colonna vertebrale e del bacino.
Le manipolazioni vertebrali riportano le vertebre sublussate in posizione più corretta e, quindi, più fisiologica, allontanando le spine irritative delle strutture nervose, permettendo il ripristino di un’adeguata vascolarizzazione ed eliminando la componente dolorosa determinata dalla contrazione muscolare.
L’artrosi del rachide (o colonna vertebrale) si manifesta con sintomi classici: sciatalgie, lombaggini, cervicalgie, formicolii agli arti, nausea, vertigini; questi disturbi, nella maggior parte dei casi, sono determinati dall’alterazione di posizione di una vertebra dovuti anche a degenerazione discale con diminuzione nell’altezza del disco e restringimento dello spazio tra le singole vertebre.